Proponi o finanzia un progetto

Si vive una volta sola. Per questo occorre fare un buon uso del tempo che abbiamo a disposizione. Dobbiamo impiegarlo per cose che abbiano un significato e diano soddisfazione.

Viaggiare, ad esempio. Viaggiare non è soltanto vedere cose nuove. Significa, a mio avviso, lasciarsene altre, superate, indietro. Non è soltanto aprire porte a nuovi orizzonti, ma chiuderne altre alle spalle. Come affermava A. de Lamartine, “il mondo è un libro di cui ogni viaggio ci apre una pagina”. Cosa c’è di meglio che apprendere da culture diverse, senza cessare di essere se stessi? Le immagini, talvolta, riescono a mostrare una profondità di campo che va al di là dell’orizzonte ripreso nello scatto, per spingersi a cogliere l’essenza stessa dell’uomo, della sua cultura, delle sue tradizioni. A volte i ritratti riescono a contenere la sensibilità del fotografo che li ha sottratti al tempo, donando loro l’eternità.

Credo che, con umiltà, occorra imparare ad ascoltare il silenzio, per scoprire che l’immagine è musica. La fotografia, intesa come arte, può considerarsi il frutto di una mediazione tra il passato, il presente ed il futuro. Un ponte che unisce culture lontanissime. Il senso stesso, pieno di significati, dell’incontro con l’altro, sia esso individuo od animale. Un incontro che possa lasciare solo piccole tracce del nostro passaggio, orme leggere che il vento riesca a cancellare nello spazio di un soffio. Spero che le mie immagini riescano a trasmettere lo stupore, l’emozione, la gioia dei miei incontri. Esse sono sicuramente il frutto della mia curiosità e della passione nello scoprire luoghi, sguardi, sorrisi sconosciuti.

Mi sento molto vicino alla cultura nomade. Spesso in me torna, prepotente, il desiderio di compiere viaggi lontano dalle mille complicazioni che qualcuno considera civiltà. Un viaggio riesce a coinvolgere i sensi. E’ un formidabile antidoto contro l’insoddisfazione. E’ un modo per vedere, capire, condividere. “Fa salpare il tuo sogno, ficcaci dentro la tua scarpa” (Paul Celan, poeta rumeno). E’ per questo che non intendo fermarmi.

Voglio inseguire i miei sogni. Se anche tu hai un sogno nel cassetto, tiralo fuori e condividiamolo.

Sono pronto ad accogliere nuove proposte, diversi itinerari, idee entusiasmanti, progetti “impossibili”… Sono alla ricerca di compagni di viaggio, di avventura, di condivisione. Per alcuni progetti di spedizioni particolarmente impegnative sono alla ricerca di sponsor. Chiunque possa avere interesse a finanziare un progetto di fotoreportage nel mondo, si faccia avanti. Sarei felice di studiare un itinerario su misura.

“La tua ombra cambia forma in viaggio, si spezzetta nel sole, si frantuma sui sassi, vibra tra le voci di un mercato, si irrigidisce nel tedio di una pianura. Danza su un telo mosso dal vento, si impenna nel riflesso del sole dando al tuo profilo angoli bizzarri. Vedendo l’ombra cambiare, ti accorgi che muovendoti non rimani mai uguale”

(Marco Aime, Sensi di viaggio)

*(indica campo obbligatorio)

I commenti sono chiusi.